Il mio motto: la bellezza è armonia

La bellezza cos’è? Non sono ancora sufficienti volumi e volumi di tesi filosofiche per stabilire che cosa è bello! Quali sono le regole, le leggi in base alle quali diciamo “questo è bello”.  La consapevolezza di quanto questo terreno sia scivoloso mi fa dire che il concetto di bellezza è mutevole cioè si trasforma nel tempo, in considerazione delle abitudini, le consuetudini  e i canoni delle società entro cui vivono. Se guardiamo, per esempio, l’ideale di bellezza femminile del rinascimento…quanto è differente da quello delle donne dell’etnia Padaung originarie della Birmania!

ritratto di Simonetta Vespucci di Piero Di Cosimo-1480
donna Padaung-Birmania

Per stare ai nostri giorni confrontiamo l’ideale della donna “maggiorata” per eccellenza coma la nostra Sofia Loren negli anni ’50 o a quelli veicolati dal movimento esistenzialista di pochi anni successivi dalla indimenticabile Juliette Greco.

Sofia Loren- foto di repertorio
Juliette Greco-foto di repertorio

Tutte donne belle anzi bellissime eppure così differenti….e allora?

Ognuna di loro esprime un ideale di bellezza che si può sintetizzare nel concetto di armonia. Ogni particolare fa parte di un tutto e il tutto non è la semplice somma della parti ma vive di esse: tutto è in armonia.

amore e psiche
Amore e Psiche-Canova ideale di bellezza neoclassico

Beh, sembra difficile non concordare sulla bellezza delle linee  neoclassiche del Canova: qui la perfezione sembra raggiungere vette inarrivabili. ..La bellezza sarebbe questo? No, o meglio non solo, è l’armonia che sprigiona un’immagine, una persona fatta di proporzioni, colori, grandezze, ma anche di armonia con quello che si è dentro e ciò che si esprime all’esterno. Facciamoci caso, in giro ci sono tante donne belle, oggettivamente belle ma solo verso una piccola parte di queste ci sentiamo attratti, trasportati senza neanche comprendere perché; così come avvertiamo in altre che c’è qualcosa di stonato o manca qualcosa o c’è troppo!

soprano Maria Callas- foto di repertorio

Maria Callas come risaputo aveva un profilo greco e delle forme burrose ma a guardarla  noi rimaniamo affascinati dall’aura che emana, tutta la sua figura, il suo sguardo, i vestiti che indossa, i capelli che porta….tutto è armonia e quindi bellezza. Tutte noi dalle gambe un po’ tozze, dai capelli sottili e fragili, dalla pelle con l’acne se ci applichiamo un po’ nelle tecniche di base e ci sforziamo di tirar fuori ciò che siamo veramente, possiamo esprimerci in armonia e splendere in bellezza!