Dior apre la Paris fashion week

Bella la sfilata della maison francese disegnata dalla italianissima Maria Grazia Chiugi che in questi ultimi anni ha innovato fortemente la linea mantenendo però inalterato lo “stile” di monsieur Dior. Trait d’union i cappelli alla pescatora non solo neri che accompagnano tutte le proposte: tanto nero, tante trasparenze e tanto tartan nei colori classici del rosso e nero ma anche bianco e blu. Gonne longuette, romantiche che giocano con le trasparenze, sormontate con t shirt o giubbetti dall’aria vagamente grunge.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un mix molto in linea con i tempi che denota tagli sapienti, scelta accuratissima dei tessuti e nello stesso tempo una strizzata d’occhi allo street style delle ragazze di oggi.

baci

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *